Giardia nel Bulldog Francese sintomi, causa e curarla.

La Giardia è un genere di piccoli parassiti unicellulari protozoi presente nel tratto gastrointestinale della maggior parte dei mammiferi domestici e selvatici, incluso l’essere umano. E’ presente in tutto il mondo. Tale organismo è caratterizzato da un ciclo vitale diretto. I cani contraggono l’infezione quando ingeriscono la forma cistica (denominata “oocisti”) di questo parassita bevendo acqua contaminata, mangiando cibo contaminato, leccando pelo contaminato o venendo a contatto con feci contaminate presenti nell’ambiente.Le cisti albergano nella parte superiore dell’intestino tenue del cane, nota come duodeno. Qui, ogni cisti produce molteplici larve mobili, denominate trofozoiti. Questi ultimi si riproducono asessualmente all’interno dell’intestino tenue del cane.

Questi parassiti irritano e danneggiano il rivestimento intestinale del cane. Ciò compromette la digestione, riduce la superficie assorbente, causa dolore addominale e consuma tutte le sostanze nutritive essenziali per la salute del cane. Molti cani infetti da Giardia presentano una infezione latente o subclinica, ovvero non manifestano sintomi evidenti di malattia. Tuttavia, i parassiti danneggiano il rivestimento intestinale degli animali che infettano, compromettendo la digestione e consumando completamente le sostanze nutritive di cui gli animali necessitano. Gli effetti della Giardia sono maggiormente pronunciati nei cani giovani, anziani e in quelli con sistema immunitario compromesso. La diarrea profusa, che spesso accompagna la giardiasi, di solito causa anche una grave disidratazione.

 

I sintomi piu’ comuni possono essere perdita di appetito, perdita di peso, feci con emissione di sangue, feci di colore chiaro, diarrea, stanchezza, dolore addominale e vomito. Esistono molteplici tecniche differenti che possono essere utilizzate per identificare la presenza di parassiti nelle feci, la diagnosi piu’ comune individua il parassita o le sue cisti per mezzo di strisci di feci fresche analizzate al microscopio. Gli strisci fecali vengono effettuati mediante tampone rettale. La Giardia è curabile, di solito su base ambulatoriale. Purtroppo, l’efficacia del trattamento viene valutata in base alla presenza o all’assenza di cisti nelle feci dei cani affetti, il che non esclude necessariamente la presenza del parassita all’interno del cane. Un cane può rimanere internamente infetto, senza espellere la forma cistica dell’organismo nel momento in cui viene prelevato il campione fecale. Inoltre, l’infezione può ripresentarsi dopo che il parassita viene inizialmente eliminato dal tratto gastrointestinale del cane. In altre parole, la prima infezione non fornisce alcuna immunità o protezione contro eventuali infezioni successive. Il farmaco antibiotico metronidazolo (Flagyl) e il farmaco antiparassitario fenbendazolo, sono tra i trattamenti più frequentemente utilizzati in caso di giardiasi canina. Sono disponibili anche altri farmaci verfimughi, tra cui combinazioni di febantel, praziquantel e pirantel pamoato, tra gli altri.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

E' necessario essere Accesso effettuato per pubblicare un commento

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.