Allergie e intolleranze del Bulldog Francese

Ogni giorno sono sempre più comuni le sindromi da intolleranze alimentari e allergie alimentari dovute alla diffusione di massa dei mangimi sintetici per animali.

Il vero interprete di sindromi allergiche e di non tolleranza è come sempre l’attività protettrice del sistema immunitario che sovraintende anche il processo di assimilazione in ogni fase digestiva.

Può anche accadere che la comparsa dei sintomi sia inaspettata: il cane risulta improvvisamente intollerante a qualcosa che ha sempre mangiato.

L’ALLERGIA è normalmente una risposta immediata, compare nel giro di pochi minuti al massimo entro qualche ora dal contatto con la sostanza responsabile i sintomi sono scatenati dall’assunzione anche di piccole quantità dell’alimento responsabile.

L’INTOLLERANZA non è immediatamente visibile e sintomatica, si manifesta per lo più attraverso una risposta dell’organismo lenta,ma che gradualmente provoca la crescita di patologie infiammatorie e/o degenerative. Le manifestazione dell’intolleranza alimentare sono correlate alla quantità dell’alimento ingerito, spesso basta disintossicare l’organismo per recuperare la soglia di tolleranza.

Le SOSTANZE responsabili di intolleranze più comuni sono :

COLORANTI,CONSERVANTI,ADDENSANTI ..

  • FRUMENTO
  • RISO
  • MAIS
  • MICOTOSSINE ALIMENTARI
  • PESCE
  • POLLAME DA ALLEVAMENTO TRATTATO
  • LATTOSIO

I sintomi possono essere numerosi e riguardano vari distretti organici come APPARATO CUTANEO ( prurito, eritemi .. ) APPARATO GASTRO-INTESTINALE ( vomito, diarrea, flatulenza … ) APPARATO RESPIRATORIO ( riniti , sinusiti, tosse .. ) APPARATO OCULO-CONGIUNTIVALE ( congiuntiviti , lacrimazioni eccessive) APPARATO UROGENITALE ( cistiti , urinazione frequente ) SISTEMA CENTRALE NERVOSO ( crisi epilettiche , tendenza ad ingrassare , tendenza a non assimilare , affaticamento precoce .. ).

La diagnosi deve avvenire attraverso un accurato ascolto della problematica del cane , praticando inizialmente la somministrazione di una DIETA PRIVATIVA che sia libera al 100% da sostanze verso le quali l’animale può aver sviluppato intolleranza.

I primi alimenti da eliminare in caso di allergie o intolleranze sono tutti gli additivi chimici, frumento, cereali e carboidrati e alcune proteine animali da allevamento intensivo. Conviene che la dieta venga condotta in modo rigoroso, una sola volta , per almeno un mese consecutivo , per poter permettere all’organismo una graduale ma efficace disintossicazione. Nei casi più gravi di allergie è bene effettuare degli esami ematici per valutare gli alimenti che causano la reazione allergica.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

E' necessario essere Accesso effettuato per pubblicare un commento

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.